Un.i.c.a. Taxi Firenze
Unione Italiana Conducenti Autopubbliche - Firenze

Segnalazione dell'Antitrust .... Se il governo la recepisce la tregua e' finita. E non ci sia detto che la responsabilita' di quanto accadra' e' dei tassisti! Doc. UNIC TAXI CGIL

Data: 
06/01/2012

PRIME RIFLESSIONI ED INDICAZIONI

Oggi e' stata resa nota l'annunciata Segnalazione dell'Antitrust in materia di concorrenza e liberalizzazioni

Sui taxi la proposta  di lor signori e' chiara ed esplicita:

- rimuovere l'esclusione di taxi e NCC dall'applicazione di quanto stabilito dall'art.34 del Salva Italia;

- rimuovere la delimitazione delle figure giuridiche dando la possibilita' alle societa' di capitali; conseguentemente togliere il diviero di cumulo delle licenze

- dare una licenza "compensativa" ad ogni tassista esistente in modo che la rivenda.

Con queste cose si apre la strada alla creazione di oligopoli privati del grande capitale (stile new york).

Gli effetti sono noti a tutti (degrado del servizio, aumento delle tariffe, precarizzazione del personale addetto,minor sicurezza per l'utente, ulteriore congestionamento  del traffico nei centri cittadini, degrado ambientale,ecc..)

Occorre quindi attrezzarsi per:

- cercare in questi pochi giorni di dissuadere Governo e forze politiche da assumere quanto proposto dall'Antitrust;

- preparare in ogni citta' gli schemi operativi della mobilitazione tenendo conto che essa non sara' di breve durata,

- sintetizzare nel Parlamentino Nazionale le posizioni e le iniziative di ogni citta' in un quadro di mobilitazione nazionale

- realizzare appena il Governo adotta le misure previste dall'antitrust o altre similari che mettano in dubbio l'assioma fondamentale della egge Quadro (taxi e NCC) riassunta nella formula  " 1 auto - 1 licenza - 1 turno di lavoro " le mobilitazioni locali adeguate

- realizzare nel percorso deciso dal Parlamentino le interrelazioni tra le arie iniziative territoriali e il momento nazionale.

In questa battaglia devono essere coinvolti tutti i tassisti e tutti gli NCC che vivono e lavorano onestamente e che non vogliono mettere in discussione la legge Quadro nazionale

UNICA TAXI CGIL Nazionale chiama tutti alla massima coesione; sia abbandonata ogni e qualsiasi strumentalizzazione politica.

La gravita' della situazione richiede la massima solidarieta' e unione.

Roma 6 gennaio 2012

UNICA TAXI CGIL NAZIONALE

 

 

AllegatoDimensione
Segnalazione_concorrenza[1].pdf501.89 KB